rss

 

Assenze dal lavoro per malattia

Assenze dal lavoro per malattia

Visite fiscali. Competenza esclusiva di Inps

A partire dal 1° settembre, è stato avviato il Polo unico per le Visite Mediche di Controllo (VMC)  che attribuisce all’Inps la competenza esclusiva ad effettuare visite fiscali sia su richiesta dei datori di lavoro (pubblici e privati), sia d’ufficio. Per i dipendenti pubblici, quindi, le visite di controllo non saranno più effettuate dalle ASL.

La novità è prevista negli artt. 18-22 del decreto legislativo 25 maggio 2017 n. 75, che prevede, inoltre, la revisione degli accordi tra Inps e medici di medicina fiscale, da disciplinare con apposite convenzioni, in sinergia con le organizzazioni sindacali di categoria maggiormente rappresentative, da definirsi sulla base di indicazioni dettate da un decreto ministeriale ad hoc.

Per quanto riguarda le fasce di reperibilità, attualmente diverse per il settore pubblico e privato, verrà prossimamente emanato un altro decreto del Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione, in cooperazione con il Ministro del lavoro e delle politiche sociali, che provvederà ad uniformarle e a definire le modalità per lo svolgimento degli accertamenti medico legali.

Al momento, spiega l’Inca, per i dipendenti del settore privato non cambia nulla, anche se, il presidente dell’Inps, Tito Boeri,  preme per un Decreto Interministeriale che oltre ad armonizzare gli orari di reperibilità per i dipendenti pubblici e quelli privati porti la reperibilità dei lavoratori privati a 7 ore come per i lavoratori pubblici. Attualmente, le fasce di reperibilità sono:


·       dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 18:00 per i dipendenti pubblici;

·       dalle 10:00 alle 12:00 e dalle 17:00 alle 19:00 per quelli del privato.


In attesa dei decreti ministeriali, l’Inps con messaggio n. 3265 del 9 agosto scorso, fornisce le prime indicazioni per la tempestiva attuazione della disposizione di legge relativa al “Polo unico per le visite fiscali”.

La novità normativa non riguarda tutte le categorie di dipendenti pubblici, ma investe nello specifico:

*     tutte le amministrazioni dello Stato, ivi compresi gli istituti e scuole di ogni ordine e grado e le istituzioni educative, le aziende ed amministrazioni dello Stato ad ordinamento autonomo, le Regioni, le Province, i Comuni, le Comunità montane e loro consorzi e associazioni, le istituzioni universitarie, gli Istituti autonomi case popolari, le Camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura e loro associazioni, tutti gli enti pubblici non economici nazionali, regionali e locali, le amministrazioni, le aziende e gli enti del Servizio sanitario nazionale l'Agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni (ARAN) e le Agenzie di cui al decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300”; ove la norma di cui sopra recita “le Regioni, le Province”, si intendono anche tutte le regioni e Province a statuto speciale, non esclusa la Regione siciliana (art. 1 del D.lgs. n. 165/2001); 

*     i dipendenti del settore pubblico non soggetti al regime del D.lgs. 30 marzo 2001, n. 165”, (art. 7, comma 1 del D.L. n. 179/2012) ove per tali dipendenti si intendono: personale della carriera prefettizia; personale della carriera diplomatico; Magistrati di tutte le magistrature, ordinarie e speciali; Avvocati e Procuratori dello Stato; docenti e ricercatori universitari, personale della carriera dirigenziale penitenziaria, personale dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato;

*     i dipendenti delle Autorità indipendenti, comprese la CONSOB e la Banca d’Italia, nonché il personale delle Università non statali legalmente riconosciute.


Sono invece esclusi, per espressa previsione normativa, il personale delle Forze armate e dei Corpi armati dello Stato e del Corpo nazionale dei vigili del fuoco. Nello specifico si tratta del personale di Esercito, Marina militare, Aeronautica militare; Corpi di polizia ad ordinamento militare (Guardia di Finanza e Carabinieri); Corpi di polizia ad ordinamento civile (Polizia dello Stato e Polizia Penitenziaria) e il Corpo nazionale dei vigili del fuoco (escluso il personale volontario), nonché i dipendenti di enti pubblici economici, enti morali e aziende speciali.

Il decreto legislativo prevede, inoltre, che qualora il dipendente debba allontanarsi dal proprio domicilio per giustificati e documentati motivi deve darne preventiva comunicazione alla pubblica amministrazione di appartenenza fornendo la relativa documentazione. Anche eventuali cambi del domicilio di reperibilità indicato nel certificato telematico di malattia devono essere preventivamente comunicati al proprio datore di lavoro pubblico.

Se il lavoratore non viene trovato al domicilio dal medico fiscale, verrà invitato a presentarsi a visita ambulatoriale presso la struttura Inps territorialmente competente. In quella sede il medico dell’Istituto previdenziale valuterà l’effettiva sussistenza dell’incapacità temporanea al lavoro e la relativa prognosi, nonché gli eventuali documenti, solo se di tipo medico-sanitario, prodotti dal lavoratore a giustificazione dell’assenza a visita nelle fasce di reperibilità. Le valutazioni delle giustificazioni non aventi carattere medico-sanitario sono di competenza del datore di lavoro pubblico.

Nel rispetto della normativa sulla privacy e il trattamento di dati sensibili, le informazioni e i giudizi medico legali – anche qualora conseguenti a visite disposte su iniziativa dell’Istituto - saranno messi a disposizione del datore di lavoro pubblico, comprese le assenze al domicilio, la mancata presentazione a visita ambulatoriale nonché il giudizio medico sulle giustificazioni di assenza per motivazioni medico-sanitarie.


L’istituzione del Polo Unico per le visite fiscale
non consente all’Istituto di procedere all’accertamento domiciliare in caso di infortunio sul lavoro o malattia professionale, in quanto di competenza esclusiva dell’Inail.



Articolo Precedente La tutela Inca in Tunisia
Articolo Successivo Vittime da Amianto a Trieste
Stampa

Nome:
Posta elettronica:
Oggetto:
Messaggio:
x