rss

 

Foodora. Sindacati dopo la sentenza di Torino
/ Categorie: Home, IncaMondo

Foodora. Sindacati dopo la sentenza di Torino

Come da contratto i rider sono lavoratori subordinati

"Bene abbiamo fatto a prevedere e inserire, lo scorso dicembre, la figura del rider nel rinnovo del contratto collettivo nazionale della logistica, trasporto merci e spedizione”. Così dichiarano Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti, dopo la sentenza del Tribunale di Torino che ha respinto il ricorso di un gruppo di rider di Foodora, giudicando questa tipologia i lavoro non configurabile come lavoro subordinato.

“Per noi è evidente - proseguono i sindacati in una nota congiunta - che i rider sono una figura sempre più importante nel settore, per cui devono avere certezze retributive, di organizzazione del lavoro e di salute e sicurezza. Da ciò deriva anche che dovranno essere riconosciuti come lavoratori subordinati, sebbene siano una figura innovativa e con modalità e strumenti di lavoro non tradizionali".

"Stiamo lavorando con l’ambizione di poter rappresentare al meglio questa realtà nel nostro contratto nazionale - concludono i sindacati dei trasporti -, proprio perché va contemperato il processo innovativo con le difficoltà oggettive che i rider incontrano e con le tutele a cui hanno diritto”.

Articolo Precedente Fermiamo le guerre! Appello di Rete della pace
Articolo Successivo Rinnovo RSU pubblico impiego
Stampa

Nome:
Posta elettronica:
Oggetto:
Messaggio:
x