rss

 

Coronavirus: Decreto "Cura Italia"

Coronavirus: Decreto "Cura Italia"

Inps, per le prestazioni nessun click day

L’Inps è pronto ad attuare tutte le misure previste dal decreto Cura Italia e precisa che "non c’è nessun click day, inteso come finestra dentro la quale si possono fare domande di prestazioni". A dirlo l'Inps in una nota pubblicata sul sito istituzionale il 20 marzo chiarendo che le domande saranno aperte a tutti e ci sarà un giorno di inizio, con un click. "Su questa formula, che sarà spiegata meglio a tutti gli utenti - spiega -, c’è stato purtroppo un grande fraintendimento.

"L’Istituto - si legge nella nota - si trova a gestire 10 miliardi di euro, in poche settimane, per circa 11 milioni di utenti tra Cassa Integrazione e gli altri strumenti di sostegno al reddito. Uno sforzo più grosso di quello che lo scorso anno lo ha visto impegnato sul Reddito di Cittadinanza e Quota 100, sia in termini di risorse economiche che in termini di utenti".

Per quanto riguarda il congedo parentale per i lavoratori dipendenti, fa sapere l'Istituto, la procedura è già attiva: ad oggi l’Istituto registra circa 100mila richieste di congedo con periodi dal 5 marzo. Inoltre, quelle riguardanti la Cassa Integrazione, sia ordinaria che in deroga, sono consolidate e ulteriormente semplificate.

Nei prossimi giorni, riferisce l'Inps, saranno operative le procedure per i congedi riguardanti gli iscritti alla Gestione Separata, gli autonomi, e i cinque indennizzi per professionisti e co.co.co, lavoratori autonomi, turismo, agricoli e spettacolo. Anche le procedure e la domanda per il bonus babysitter sono in fase di avvio.

Articolo Successivo Emergenza Coronavirus
Stampa

Nome:
Posta elettronica:
Oggetto:
Messaggio:
x