rss

 

Salute e sicurezza: Indagine sui RLS

Lo studio di Inail, Cgil, Cisl e Uil e Politecnico di Milano

E’ disponibile on line sul sito dell’Inail la ricerca ‘IMPAcT-RLS: indagine sui modelli partecipativi aziendali e territoriali per la salute e la sicurezza sul lavoro’. Si tratta di un’indagine sulla rappresentanza sindacale specifica in materia di salute e sicurezza e sui suoi attori principali, i Rappresentanti dei lavoratori alla sicurezza, da cui scaturiscono interessanti e fondamentali contributi per la costruzione di un sistema di prevenzione sempre più efficace.

Tumore professionale in tabella Inail

Su Inail l'onere della prova del nesso causale con il lavoro

Se una malattia professionale figura nelle tabelle Inail, l’onere della prova dell’origine occupazionale della patologia ricade sull’Istituto assicuratore, senza se e senza ma. Lo ribadito una recente sentenza della Corte di cassazione accogliendo il ricorso di un lavoratore, dipendente di un’azienda di vernici, affetto da un cancro alla vescica contro la pretesa di Inail di non corrispondergli le prestazioni economiche previste per legge. 

Prestazioni INAIL ai minorenni

Quando occorre l’autorizzazione del giudice tutelare

In caso di infortuni e malattie professionali riconosciuti, i lavoratori minorenni vittime del lavoro o affetti da patologie lavoro correlate possono riscuotere direttamente essi stessi l’indennità per inabilità temporanea di Inail senza l’intervento del genitore esercente la potestà o del tutore e dunque senza neppure l’autorizzazione del giudice tutelare.  A chiarirlo è l’Instituto assicuratore con la circolare n. 34 del 1° settembre.

Pensioni di inabilità per ex esposti amianto

Domande entro il 16 settembre

Solo per quest’anno, i lavoratori affetti da mesotelioma pleurico professionale potranno fare domanda di pensione di inabilità fino al 16 settembre, purché iscritti all’assicurazione generale obbligatoria e alle forme esclusive e sostitutive della stessa. E’ quanto stabilisce il decreto ministeriale del 31 maggio, pubblicato in Gazzetta Ufficiale (n.166 del 18 luglio 2017) che disciplina i criteri e le modalità per la concessione della prestazione. 

Indennità "danno biologico" senza rivalutazione

I valori restano inchiodati al 2015

Le indennità economiche relative al danno biologico, per il secondo anno consecutivo, non avranno alcun aumento, a causa dell’andamento negativo del tasso di inflazione rilevato dell’Istat, neutralizzando, di fatto, la rivalutazione annuale introdotta dalla legge di Stabilità 2016, a partire dal 1° luglio 2016. A stabilirlo è il decreto ministeriale del 4 luglio 2017, pubblicato sul sito istituzionale del ministero del lavoro. 

RSS
1234567