rss

 

Disabilità: Congedo biennale raddoppiato

Cassazione, garantire assistenza a ciascun figlio

Se i figli con handicap grave sono due il congedo biennale dal lavoro raddoppia. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione, con la sentenza n. 11031 del 5 maggio scorso, ritenendo infondate le ragioni del ricorso proposto da Inps che invece sosteneva la unicità della prestazione e quindi l’impossibilità di riconoscere ai genitori di poter usufruire del congedo per ciascun minore disabile grave, fermo restando il limite massimo complessivo dei due anni. 

Nuovi voucher. Cgil, la piazza ha detto no

Camusso: Risponderemo a violazione della democrazia

Uno schiaffo contro la democrazia, che è molto grave perché si potrà ripetere anche in altre occasioni e per altre questioni. Uno schiaffo a cui bisogna dare subito una risposta per non rivivere quella famosa poesia: quando mi sono deciso di reagire, mi sono accorto che avevano ormai portato via tutti. Il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, ha voluto citare Brecht e il famoso sermone del pastore Martin Niemoller sulla mancata reazione degli intellettuali tedeschi in seguito all'ascesa al potere dei nazisti, per spiegare la necessità di reagire alla violazione della democrazia e in particolare dell’articolo 75 della Costituzione che si è manifestata con la scelta di reintrodurre i voucher (con una formula perfino peggiore della prima) dopo aver vietato la consultazione popolare.

Lavoro: quasi un milione tra colf e badanti

Fondazione Moressa, in Italia dal 2007 crescita del 42%

Negli ultimi anni il lavoro domestico in Italia e in Europa ha acquisito sempre maggior rilevanza, facendo fronte all'invecchiamento demografico, da un lato, e alla crescente partecipazione delle donne al mercato del lavoro, dall'altro. Considerando il progressivo calo della spesa pubblica per la famiglia e l'assistenza, le famiglie si trovano ad essere il fulcro del sistema nazionale di welfare, con più responsabilità che benefici.

Lavoro: Ilo, disparità di genere considerevole

Se si eliminasse, il Pil aumenterebbe del 3,8%

I divari tra uomini e donne nel mondo del lavoro restano considerevoli: nel 2017, il tasso di attività delle donne a livello mondiale risulta così di poco superiore al 49% e inferiore di quasi 27 punti percentuali a quello degli uomini. A rilevarlo l'Organizzazione internazionale del lavoro (Ilo) che ha pubblicato oggi il rapporto World Employment and Social Outlook (WESO) Trends for Women 2017 ("Prospettive occupazionali e sociali mondiali. Tendenze del lavoro femminile 2017"). 

RSS
Primo234567891011Ultimo